L’impegno dell’Istituto Oncologico Veneto-IRCCS nella prevenzione e nella lotta alle neoplasie incontra la sensibilità di una multinazionale impegnata nell’innovazione e nella responsabilità sociale: è questo il senso della donazione che SuperJet International SpA ha effettuato a favore delle attività di ricerca scientifica in oncologia sviluppate presso lo IOV.

Il rapporto tra SuperJet International – multinazionale dell’aviazione con sede a Tessera – e IOV è nato nel 2011, nell’ambito dell’iniziativa del Natale della Ricerca, ed è proseguito negli anni con iniziative varie di divulgazione scientifica e sanitaria, tra cui val la pena ricordare l’incontro tra specialisti dello IOV e i dipendenti dell’azienda in occasione della Festa della Donna 2017.

“Registrare l’attenzione e il supporto di una grande azienda è un fatto che ci colpisce in modo molto diretto e positivo”, ha dichiarato Giuseppe Opocher (Direttore Scientifico dell’Istituto Oncologico Veneto-IRCCS) ricevendo la donazione, “quando il mondo della produzione, degli imprenditori e dei lavoratori compie dei gesti concreti di sostegno alla ricerca, significa che in un qualche modo abbiamo centrato l’obiettivo di rendere diffusa la necessità di unire le forze di tutti per combattere i tumori. In questo modo la nostra battaglia quotidiana di scienziati, di ricercatori e di clinici diviene un’emergenza sociale consapevole e condivisa”.

“Credo che le aziende debbano dimostrare con fatti concreti, anche con un orizzonte più ampio del ristretto ambito aziendale specifico, l’attenzione alle risorse umane. La malattia è un aspetto umano che purtroppo può far parte della vita di ogni persona ed ogni famiglia – afferma l’Amministratore Delegato di SuperJet International Stefano Marazzani (nella foto) – Avere un ruolo fondamentale nel sostegno a progetti come quello che ci vede di fianco allo IOV è un modo per essere concretamente vicini alle famiglie dei dipendenti e del territorio in cui SuperJet è situata. La nostra collaborazione con lo IOV prosegue da diversi anni anche attraverso l’organizzazione di eventi in azienda tra gli specialisti dell’Istituto e i dipendenti. Queste iniziative – continua Marazzani – sono un’occasione unica per accrescere la nostra conoscenza sul tema della lotta ai tumori, della prevenzione e del miglioramento dello stile di vita. Allo stesso tempo siamo lieti di poter dare il nostro contributo alla ricerca scientifica, che ha un peso così importante nel futuro di tutti noi e dei nostri figli”.

La collaborazione tra l’azienda di Tessera e lo IOV non termina con la donazione attuale, visto che esistono già progetti futuri in via di definizione e che riguardano soprattutto la prosecuzione degli incontri sulla prevenzione delle neoplasie e su stili di vita sani. “E’ nostra speranza”, conclude Patrizia Simionato, Direttore Generale dello IOV-IRCCS, “che questo tipo di collaborazioni si diffondano e si radichino sempre di più nel tessuto imprenditoriale e produttivo della nostra regione, perché solo in questo modo sapremo creare una rete di coscienza sociale e culturale. E’ questo infatti il miglior terreno su cui possono svilupparsi gli stili di vita che meglio si oppongono alla diffusione del big killer del nostro tempo”.