I percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) sono strumenti di governo clinico che permettono di delineare, rispetto a una patologia o a un problema clinico, il miglior percorso praticabile all’interno della propria organizzazione e della rete in cui essa è inserita – nel caso dello IOV, la Rete Oncologica Veneta (ROV).

I PDTA si propongono di garantire:

  • riproducibilità delle azioni;
  • uniformità delle prestazioni erogate;
  • riduzione dell’evento straordinario;
  • scambio di informazioni;
  • definizione dei ruoli.

Tutto ciò viene realizzato attraverso una costante verifica degli aggiornamenti e dei miglioramenti, grazie a indicatori ad alto contenuto informativo che consentono una valutazione sintetica di fenomeni complessi e aiutano a orientare le decisioni.

Ciascun PDTA viene costruito attraverso mappe che definiscono la storia del paziente, partendo dalla valutazione e stadiazione fino agli aspetti del trattamento, stabilizzazione, follow-up. Nel PDTA regionale, in particolare, viene descritta le sequenza delle attività che il Sistema Sanitario Regionale vuole garantire ai pazienti per dare risposta ai loro bisogni di salute, dall’esordio della malattia fino alla conclusione del follow-up o al fine vita. Per ogni patologia è stato costituito uno specifico gruppo di lavoro, formato da professionisti provenienti da tutta la regione e con le migliori e più eterogenee expertise.

La stesura dei PDTA ha utilizzato le evidenze più recenti della letteratura, riassunte sostanzialmente nelle principali linee guida/raccomandazioni internazionali e nazionali; tra queste sono state scelte quelle che meglio soddisfano criteri di elevata qualità e di attualità. Inoltre si fa riferimento alle disposizioni legislative nazionali e regionali e a quanto già esiste in letteratura in merito ai modelli di organizzazione a rete dei servizi oncologici.

Coordinati dall’Istituto Oncologico Veneto e approvati con delibera regionale, i PDTA prodotti dalla ROV danno compiutezza a una razionalizzazione nell’impiego delle risorse figlia non tanto di vincoli finanziari quanto della ricerca e delle conoscenze tecniche più aggiornate.