Presentato per la Giornata contro il Cancro un video di contrasto al fumo. Registi e attori sono studenti

Anche gli studenti possono “entrare in campo” per dire la loro e mandare un messaggio chiaro contro il fumo, in chiave di salute e prevenzione. E’ quanto hanno fatto gli studenti del Liceo Cornaro di Padova, che hanno prodotto un corto cinematografico dal titolo programmatico, “Fumo negli occhi”, che rappresenta ironicamente il rapporto (che a volte è di sudditanza psicologica) che lega i giovani alla sigaretta. Il corto ha partecipato al concorso “Oncologia e cinema” promosso dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) ed è stato proiettato nei giorni scorsi presso l’Aula Magna del liceo scientifico e linguistico Alvise Cornaro di Padova. Sono intervenuti il prof. Giuseppe Opocher, direttore scientifico dello IOV, le coordinatrici del cortometraggio, dott.ssa Fortunata Marchese (IOV – Rete Oncologica Veneta) e dott.ssa Samuela Binato (UO Patologia respiratoria ULSS 8 Berica, Arzignano), nonché la dott.ssa Simonetta Baraldo (Pneumologia, Università di Padova) con i medici specializzandi che hanno consentito agli studenti di effettuare un esame spirometrico.

Proprio per l’occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro, il video ha offerto così un momento di riflessione leggera sulla “libertà dal fumo”, ironizzando sul potere della “sigaretta” come simbolo di indipendenza e successo tra i più giovani. Agli studenti del Liceo Cornaro il prof Opocher – che si è detto piacevolmente sorpreso e colpito per il corto cinematografico da loro realizzato – ha detto: “la prevenzione dei tumori inizia presto, prestissimo. Inizia alla vostra eta scolastica, quando occorre stare in guardia dal miraggio del fumo come modalità fittizia per entrare nella vita adulta. Chi segue da giovane stili di vita sani, certamente avrà una età adulta meno sottoposta al rischio delle neoplasie”.

Clicca qui per vedere il trailer di “Fumo negli occhi”.