Si è tenuto oggi a Padova l’evento “Trattamento multidisciplinare integrato del carcinoma della prostata metastatico”, un corso di formazione con la direzione scientifica di Vittorina Zagonel (direttore oncologia medica 1, IOV-IRCCS). Al centro delle relazioni dell’evento – a cui hanno partecipato come chairman e speakers anche altri specialisti dell’Istituto: Luigi Corti, Umberto Basso, Irene Guglieri, Marco Maruzzo e Laura Evangelista – è stato l’approccio multidisciplinare alla patologia, che all’interno dello IOV è ormai una prassi quotidiana consolidata.

Come sottolineato da Umberto Basso, il team multidisciplinare “è un’alleanza tra professionisti che suscita una condivisione positiva delle problematiche di salute portate dalla persona-paziente”.

Grazie ad un “case-manager” il team – che nel caso dei pazienti con carcinoma della prostata è composto da oncologo, urologo, radioterapista, medico nucleare, radiologo, biologo molecolare, psicologo e radiofarmacista – lavora sul caso clinico, confrontando tutte le proprie competenze e proposte di approccio terapeutico, producendo un referto multidisciplinare coordinato che è il metodo più avanzato ed affidabile per seguire oggi un paziente nell’ottica di “patient centered care”.

Come sottolineato da Vittorina Zagonel “proprio il team multidisciplinare rappresenta oggi una vera rivoluzione del sistema di cura, una nuova e profonda possibilità di attenzione al paziente che supera ed integra le specificità degli specialisti, mettendole congiuntamente a servizio della persona in cura”.

Umberto Basso, Vittorina Zagonel, Lugi Corti