Per la giornata di domani, 20 giugno, le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL ed ANAAO Assomed hanno indetto una manifestazione nazionale dei ricercatori precari che lavorano negli IRCSS Pubblici. La manifestazione interessa anche l’Istituto Oncologico Veneto (IOV), trattandosi di Istituto Pubblico di Cura e Ricovero a Carattere Scientifico.

Il Direttore Generale dello IOV, Patrizia Simionato, pur nella consapevolezza della portata nazionale del fenomeno della precarietà negli IRCSS, fa presente che nell’Istituto da Lei diretto sono state poste in essere una serie di iniziative per evitare qualsiasi arresto all’attività di ricerca e di cura.

Infatti per garantire la continuità delle molteplici progettualità di ricerca in essere, nel corso del 2016 sono stati indetti nuovi bandi ed avvisi di contratti atipici (collaborazioni coordinate e continuative) prevedendone una durata triennale dal primo gennaio di quest’anno ed impegnando già le risorse economiche in tal senso.

Il Direttore Generale dello IOV, consapevole delle iniziative attivate dall’Istituto e riconosciute positivamente dalle stesse Organizzazioni Sindacali locali, manifesta la disponibilità all’incontro richiesto per la giornata di domani, ribadendo che in attesa di una pronuncia normativa nazionale, è garantita la continuità dei rapporti di collaborazione in essere e pertanto nessuno dal primo gennaio 2018 si troverà senza lavoro.

Informa che con i sindacati è aperto già da tempo un tavolo costante di informazione sull’argomento, come pure l’Istituto e la Regione collaborano costantemente per trovare soluzioni tese a garantire la prosecuzione e lo sviluppo della ricerca.