È stata una serata affollata, puntuale ed approfondita, ma allo stesso tempo “leggera” (come necessario in un’occasione di divulgazione estiva) quella che ha visto nei giorni scorsi il professor Giuseppe Opocher (Direttore scientifico dello IOV-IRCCS) presentare le terapie, le sperimentazioni, le ricerche e i percorsi assistenziali più avanzati nell’ambito dell’oncologia. L’evento – promosso dalla Pro Loco di Sappada presso la sala municipale della magnifica cittadina alpina – ha permesso al professore di “comunicare in modo semplice ai partecipanti cosa significhi oggi fare cura e ricerca in oncologia”, aiutando i cittadini ad entrare nel merito di argomenti non semplici, spesso evitati anche per quella dose di paura che accompagna sempre il dialogo sui tumori.

La serata è stata molto apprezzata dai presenti “soprattutto per la capacità del relatore di presentare argomenti complessi utilizzando terminologie comprensibili ed adatte al pubblico dei non specialisti”. Le molte domande finali (concentrate sulle attuali ultime frontiere della ricerca e sugli stili di vita che ognuno può seguire per cercare di evitare per quanto possibile lo sviluppo di un tumore) hanno confermato l’importanza di aprire un canale di interlocuzione tra ricercatori e cittadini, per cercare di creare quel “fronte comune” necessario perché la lotta alle neoplasie diventi argomento diffuso e di rilevanza sociale condivisa.