In questa pagina trovi tutte le informazioni necessarie per:

  1. prenotare la prima visita
  2. orientarti allo IOV
  3. affrontare la prima visita
  4. comprendere il nostro approccio alla malattia
  5. orientarti nel Day Hospital
  6. l’accettazione del ricovero
  7. case di accoglienza
  8. assistenza sanitaria ai cittadini stranieri

Ricorda che se ti e stata diagnosticata una patologia oncologica hai diritto:

  • all’esenzione dal ticket per gli esami e le cure collegate alla malattia: il medico deve certificare la diagnosi sul modulo regionale di esenzione, che una volta compilato va consegnato alla propria Ulss la quale rilascia un apposito tesserino.
  • al riconoscimento dell’invalidità civile: per saperne di più puoi rivolgerti al tuo medico di base o all’Ufficio relazioni con il pubblico dell’Istituto Oncologico Veneto.

Tutti i diritti e le agevolazioni che ti spettano in quanto malato oncologico sono riassunti nell’opuscolo “I diritti del malato oncologico”.

Prenotare la prima visita

La prima visita con la figura sanitaria desiderata può avvenire:

  • in regime istituzionale (a carico del Servizio Sanitario Nazionale, con pagamento del ticket, salvo esenzione): è necessaria l’impegnativa del medico curante (medico di medicina generale, medico specialista del Servizio sanitario nazionale o medico dell’ospedale). In generale, al momento della prenotazione non è possibile scegliere il nominativo dello specialista che effettuerà la visita.
    Qui trovi le istruzioni su come prenotare e – se non sei esente – pagare una visita in regime istituzionale;
  • in libera professione (visite private a pagamento): l’accesso avviene su libera iniziativa del cittadino, che può scegliere il nominativo dello specialista; non è necessaria l’impegnativa del medico curante.
    Qui trovi le istruzioni su come prenotare e pagare una visita in libera professione.
    Se per qualsiasi motivo dovrai disdire l’appuntamento prenotato, ti ricordiamo che sei tenuto a darcene comunicazione.

Orientarsi allo IOV

Tutti gli accertamenti diagnostici e le visite specialistiche si svolgono all’ospedale Busonera, ad eccezione delle prestazioni di Radioterapia che vengono erogate nell’omonimo edificio, situato nell’area dell’Azienda Ospedaliera di Padova.

Qui trovi le indicazioni su come raggiungere le nostre sedi. Le persone non autosufficienti possono accedervi in automobile. L’ingresso posteriore dell’ospedale Busonera è privo di barriere architettoniche e nell’atrio sono a disposizione carrozzine per spostarsi nell’edificio.

Entrati all’ospedale Busonera dall’ingresso principale troverai subito l’Ufficio relazioni con il pubblico (aperto da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 15:30) anch’esso eventualmente a disposizione per fornire informazioni di carattere generale sull’Istituto e i suoi servizi.

Più avanti si trova il Centro unico prenotazioni (CUP – tel. 840 00 06 64) dove, presentandoti munito di impegnativa, effettuerai l’accettazione relativa alla prestazione prenotata e ti verrà indicato a quale ambulatorio recarti. Le seguenti Unità Operative, tuttavia, gestiscono l’accettazione autonomamente, pertanto dovrai recarti direttamente ai loro sportelli, sempre munito dell’impegnativa:

La prima visita

Ti raccomandiamo di portare con te tutta la documentazione sanitaria di cui sei in possesso. Una volta che l’avrà esaminata, il nostro personale, altamente qualificato e addestrato, sarà in grado di rispondere a tutte le tue domande e ai tuoi bisogni e, spesso, di prevenirli.

Fare domande è importante perché la conoscenza può essere un potente strumento di informazione e di conforto. Infatti, fermo restando che ogni persona è diversa, molti nostri pazienti concordano sul fatto che saperne di più sulla malattia che è stata loro diagnosticata li fa sentire maggiormente a loro agio, incrementa la loro capacità decisionale e permette loro di assumere un ruolo attivo nella definizione del percorso di cura proposto dai medici.
Per questo ti consigliamo di portare con te un elenco di domande da porre al medico al primo appuntamento. Se ne hai la possibilità, sarebbe utile che venissi alla prima visita insieme a un familiare o a un amico che possa partecipare alla discussione, prendere appunti o, semplicemente, ascoltare e fornire supporto.

Se nei giorni seguenti ti verranno in mente altre domande, non esitare a contattare la struttura che ti ha preso in carico. Se il medico che ti ha visitato è assente, non preoccuparti: le informazioni su di te vengono registrate in una cartella clinica informatizzata che può essere visualizzata da tutti i membri del team di assistenza sanitaria.

Ti ricordiamo, inoltre, che per l’accoglienza e l’ascolto del paziente e dei suoi cari, lo IOV ha attivato un apposito servizio di psiconcologia.

L’approccio multidisciplinare

Allo IOV sono attivi ambulatori multidisciplinari e gruppi oncologici multidisciplinari, dedicati ciascuno a una specifica patologia oncologica e costituiti da medici di diversa specializzazione e da altri professionisti.

Ciò significa che alla tua cura lavoreranno insieme medici specialisti di diverse discipline (oncologo, chirurgo, radiologo, anatomopatologo, radioterapista, genetista, ecc.), infermieri e altri operatori sanitari. Ogni membro di questo team di esperti – scelti in base alle tue esigenze specifiche – mette a disposizione la propria professionalità ed esperienza per la diagnosi e il trattamento della tua patologia. La condivisione delle loro competenze ti garantirà una presa in carico e un percorso di cura personalizzato e ottimale, progettato per te, secondo le migliori pratiche riconosciute a livello internazionale.

Durante il trattamento ti diventeranno familiari anche gli infermieri, che svolgeranno per te un ruolo importante, offrendoti, tra le altre cose, spiegazioni e consigli pratici su come gestire eventuali problemi legati alla terapia. La loro competenza, conoscenza e comprensione ti aiuterà lungo tutto il tuo percorso di cura.

Se vuoi saperne di più sull’attività degli ambulatori multidisciplinari e dei gruppi multidisciplinari, clicca qui.

Day Hospital

Le terapie farmacologiche complesse (chemioterapia, somministrazione di farmaci biologici o sperimentali), le terapie di supporto (trasfusioni, idratazione, somministrazione di antibiotici,…) e alcune procedure diagnostico-terapeutiche (toracentesi, rachicentesi, paracentesi) vengono eseguite nella piastra oncologica Day Hospital.

Il Day Hospital si trova al secondo piano dell’ospedale Busonera ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17. È stato inaugurato nel 2014 e realizzato secondo il principio dell’umanizzazione degli spazi di cura. È dotato di 17 posti letto e 32 poltrone; 14 posti sono dedicati alla “Stanza in Rosa”. Sono, inoltre, presenti l’ambulatorio del medico di guardia e una zona ristoro che mette a disposizione alcuni alimenti per una fugace colazione o uno spuntino.

Sarai, eventualmente, indirizzato al Day Hospital dopo aver effettuato una visita con l’oncologo per la prescrizione della terapia. La visita ha luogo in uno degli ambulatori situati al primo piano. Al termine della visita il medico rilascia una lettera di dimissione nella quale è indicato il numero della tua prenotazione: ti sposterai nella sala d’attesa del Day Hospital, al secondo piano, e con questo numero verrai chiamato per entrare nel reparto e iniziare la terapia. Ti garantiamo che il tempo d’attesa per l’esecuzione della terapia sarà il più breve possibile.

La somministrazione della terapia è affidata al personale infermieristico, presente in ogni stanza, che si prenderà cura di te per tutta la tua permanenza. La terapia richiede un tempo che varia da pochi minuti ad alcune ore. Durante l’infusione solitamente non si riscontrano effetti indesiderati; se si verificano sono, di solito, di lieve entità e vengono prontamente trattati.
Non è richiesto un abbigliamento particolare o da notte: ti consigliamo solo di indossare abiti comodi.
Mentre effettui la terapia potrai leggere, ascoltare musica e utilizzare i tuoi dispositivi elettronici collegandoti alla rete wi-fi gratuita dell’Istituto. Ovviamente potrai anche interagire con il personale infermieristico presente in sala, per dipanare dubbi e avere chiarimenti.

Se, una volta tornato a casa, dovessero venirti in mente altre domande o avessi bisogno di chiarimenti in relazione a eventuali effetti collaterali della terapia, puoi utilizzare il servizio l’infermiere risponde.

L’accettazione del ricovero

Qualora dovesse rendersi necessario il tuo ricovero – sia esso programmato o urgente – il primo passo sarà l’accettazione, che presenta due aspetti: sanitario e amministrativo.

  • L’accoglienza sanitaria è il momento in cui il personale infermieristico del reparto raccoglierà le informazioni clinico-assistenziali necessarie per le successive fasi della procedura di ricovero. Ti verranno poste domande sul tuo stato di salute, sugli eventuali trattamenti effettuati in passato e su altri aspetti che ci permetteranno di affidarti agli specialisti più adatti alle tue esigenze.
  • L’accettazione amministrativa è il momento in cui il nostro personale, basandosi sulle informazioni ottenute nella fase dell’accoglienza sanitaria, eseguirà tutti gli adempimenti amministrativi necessari a formalizzare l’accettazione.

In caso di ricovero programmato, il personale incaricato di prenotarlo e pianificarlo ti dirà quali documenti ed effetti personali da portare con te. Altre informazioni sul ricovero sono disponibili qui.

Case di accoglienza

Ecco un elenco di case di accoglienza per pazienti e loro familiari gestite da associazioni, parrocchie o enti religiosi:

Scarica l’elenco in formato pdf.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Associazione CILLA onlus – Punto di accoglienza parenti dei malati, atrio del Monoblocco dell’Azienda ospedaliera di Padova, via Giustiniani, 2 – 35128 Padova. Orario d’apertura:

  • mattina: lunedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.00; martedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00; sabato dalle 10.00 alle 12.00;
  • pomeriggio: dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 18.00.

E-mail: cillaospedalepadova@gmail.com; web: www.cilla.it

LINK UTILI

www.padovaospitale.com
www.turismopadova.it

Assistenza sanitaria ai cittadini stranieri

I cittadini dei paesi comunitari ed extracomunitari in regola con il permesso di soggiorno hanno diritto all’assistenza sanitaria.
Per l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e il rilascio della tessera sanitaria è necessario rivolgersi al distretto sanitario di appartenenza ed esibire il permesso di soggiorno. L’iscrizione al SSN è valida fino alla data di scadenza del permesso di soggiorno.

I cittadini stranieri in attesa di regolarizzazione hanno diritto all’iscrizione al SSN per sei mesi rinnovabili, fino al momento del rilascio del permesso di soggiorno.

I cittadini extracomunitari in posizione irregolare possono richiedere la tessera STP (stranieri temporaneamente presenti), che dà diritto a ricevere le prestazioni sanitarie urgenti e di prima necessità. Questa tessera è rilasciata da:

  • servizi amministrativi dei distretti sanitari;
  • accettazione/pronto soccorso centrale e ostetrico-ginecologico dell’Azienda ospedaliera di Padova;
  • Casa di cura di Abano Terme;
  • dipartimento per le dipendenze Sert – via dei Colli 4, Padova;
  • ambulatori cucine economiche popolari, via N. Tommaseo 12-16, Padova;
  • ambulatori asilo notturno, via del Torresino 4, Padova.