“L’oncologia sta attraversando un momento di grande trasformazione trainata dai grandi risultati che la ricerca biomedica ha ottenuto negli ultimi anni. La ricerca oncologica non solo ha contribuito ad identificare nuovi farmaci, più potenti e meno tossici: ha anche imposto il concetto di oncologica personalizzata o di precisione, che si può tradurre nel farmaco giusto al paziente giusto nel momento giusto e per un periodo giusto”: è uno dei passaggi rilevanti dell’intervento di Giuseppe Opocher, Direttore Scientifico dell’Istituto Oncologico Veneto, pubblicato su Quotidiano Sanità, la più importante testata online italiana dedicata alla sanità.

L’intervento (“Le nuove frontiere dell’oncologia e il ruolo degli Irccs”, Quotidiano Sanità, 17 dicembre) tocca i temi della genomica, dell’immunoterapia, della biopsia liquida e dei big-data, ricordando che proprio su questi temi si stanno concentrando “gli sforzi degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico”, una sfida “che lo IOV raccoglie tutti i giorni, utilizzando al meglio gli strumenti che ha a disposizione” .

Clicca qui per leggere l’intervento integrale del prof. Opocher.