DOTT.SSA MARIA GIUSEPPINA BONAVINA – Direttore sanitario

Ospedale Busonera
via Gattamelata, 64
35128 Padova
Segreteria
Sig.ra Maria Pia Bellavere
Sig.ra Antonella Frasson
tel: 049 821 5773
fax: 049 821 5790
segreteria.dirsan@iov.veneto.it

DOTT. FRANCESCO FAVRETTI – Direttore amministrativo

Palazzo Santo Stefano
Piazza Antenore, 3
35121 Padova
Segreteria
Dott. Mattia D’Amico
Dott.ssa Elisa Boaretto
tel: 049 821 5546
fax: 049 821 5790
direzione.amministrativa@iov.veneto.it

Ufficio di direzione

Come momento collegiale di lavoro per il governo complessivo e coordinato dello IOV, attesa la specificità di IRCCS, è istituito l’Ufficio di direzione, costituito da Direttore generale, Direttore scientifico, Direttore sanitario e Direttore amministrativo.

L’Ufficio di direzione è disciplinato dal Regolamento di organizzazione e funzionamento dell’Istituto e si riunisce di norma settimanalmente in seduta deliberazioni.

Organi collegiali

Consiglio di indirizzo e verifica (CIV)

COMPONENTI

  • dott. Carlo Foresta – presidente
  • dott. Maurizio Benato
  • dott. Valentino Fiscon
  • dott. Ubaldo Lonardi
  • dott. Giuliano Sartori

Il Consiglio di indirizzo e verifica (CIV) è composto da cinque membri nominati dal Consiglio regionale tra soggetti di provata competenza scientifica e onorabilità, rappresentativi dell’intero sistema sanitario regionale e universitario, e dura in carica cinque anni. Il presidente del CIV è nominato dal Presidente della Giunta regionale tra i componenti del consiglio stesso.

Il Consiglio svolge funzioni di indirizzo e controllo con particolare riferimento alle scelte strategiche dell’Ente e alla valorizzazione del patrimonio. A questo fine il Consiglio:

  • definisce gli indirizzi strategici dell’Istituto, approva i programmi annuali e pluriennali di attività e ne verifica l’attuazione;
  • esprime parere preventivo obbligatorio al Direttore Generale su:
    • bilancio preventivo e bilancio di esercizio;
    • proposte di modifica degli assetti organizzativi e/o strutturali dell’Istituto;
    • provvedimenti di costituzione o partecipazione a società, consorzi, associazioni ecc.;
    • determinazioni di alienazione del patrimonio;
  • svolge funzioni di verifica sulle attività dell’Istituto e sui risultati raggiunti rispetto agli indirizzi e agli obiettivi predeterminati;
  • nomina i componenti del comitato tecnico-scientifico, su proposta del Direttore scientifico.

Collegio sindacale

COMPONENTI

  • Dott.ssa Stefania Garassino – presidente
  • Dott. Pierpaolo Cautela
  • Dott. Renato Pedullà

Il Collegio sindacale è nominato dal Direttore generale e dura in carica tre anni. È composto da tre membri di cui uno designato dal Presidente della Giunta regionale, uno dal Ministero dell’Economia e delle finanze e uno dal Ministero della Salute.
Ai sensi della normativa vigente, al Collegio sindacale spettano funzioni di:

  • vigilanza sulla regolarità amministrativa e contabile;
  • vigilanza sulla gestione economica, finanziaria e patrimoniale;
  • esame e valutazione del bilancio di esercizio.

Inoltre i componenti del Collegio sindacale possono procedere ad atti di ispezione e controllo, anche individualmente.

Collegio di direzione

COMPONENTI

  • Direttore sanitario
  • Direttore amministrativo
  • Direttore scientifico
  • Direttori dei dipartimenti
  • Coordinatore della ROV
  • Direttore della Direzione delle professioni sanitarie
  • Direttore della UOC Farmacia

Il Collegio di direzione è nominato dal Direttore generale e dura in carica per tre anni. Si riunisce di norma almeno bimestralmente e ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità.

Come previsto dalla legislazione nazionale, il Collegio di direzione concorre al governo delle attività cliniche, partecipa alla pianificazione delle attività, incluse la ricerca, la didattica, i programmi di formazione e le soluzioni organizzative per l’attuazione dell’attività libero-professionale intramuraria.

Svolge le attività previste dalla legge e, in particolare, nell’ambito del governo clinico, fornisce supporto alla Direzione generale, promuovendo e coordinando le azioni finalizzate a migliorare l’efficienza, l’efficacia, l’appropriatezza delle prestazioni sanitarie, ed a garanzia di equità nell’opportunità di accesso. Per l’esercizio di questa funzione il Collegio di direzione avrà la responsabilità della messa a punto di un sistema consolidato di audit clinico, potrà definire un programma aziendale di gestione del rischio, potrà programmare un’attività di formazione continua, nonché promuovere attività di ricerca, di innovazione e di miglioramento continuo.

È prevista la possibilità di convocare un Collegio di direzione allargato ai direttori di struttura non espressamente previsti dalla normativa e, in caso di specifiche situazioni, è possibile coinvolgere altri professionisti dell’Istituto in relazione alle specificità degli argomenti da trattare, in entrambi i casi senza diritto di voto.