Direttore Generale

Il Direttore Generale è il legale rappresentante dell’Istituto, di cui ha la responsabilità della gestione complessiva ed è titolare dei rapporti esterni ai sensi della Legge regionale.
L’incarico di Direttore Generale, ai sensi della normativa vigente, è disciplinato da un contratto di natura autonoma, esclusivo e di durata non inferiore a tre anni e non superiore a cinque, secondo lo schema tipo approvato con Delibera di Giunta regionale. Il Direttore generale è stato nominato con DGR 198 del 30/12/2015 a decorrere dal 01/01/2016, con un contratto avente durata di cinque anni, rinnovabile per un pari periodo.

Al Direttore Generale sono riservati tutti i poteri di gestione che, quando formalizzati in documenti, assumono la denominazione di deliberazioni, acquisiti i pareri dei Direttori di Area e del Direttore Scientifico. In particolare, si rapporta con quest’ultimo anche per quanto riguarda la ricerca e gli atti programmatori e gestionali ad essa collegati.
Egli ha il compito di combinare i fattori produttivi in vista del perseguimento degli obiettivi socio-sanitari posti dalla Regione in condizioni di massima efficienza ed efficacia.
Il Direttore Generale si obbliga al conseguimento degli obiettivi di salute e di funzionamento dei servizi che saranno annualmente indicati ed aggiornati periodicamente, secondo la legislazione vigente.
Il Direttore Generale risponde alla Regione e al Ministero della Salute del proprio mandato, nell’ambito della programmazione regionale e nazionale e degli indirizzi espressi dagli organismi di riferimento istituzionale.
Esercita tutti i poteri di gestione complessiva, coadiuvato dal Direttore Sanitario e dal Direttore Amministrativo, rapportandosi con il Direttore Scientifico.
Al Direttore Generale competono le funzioni di programmazione e controllo dell’azienda. Si differenzia così, all’interno dell’Istituto, la funzione di programmazione, allocazione e committenza, propria della direzione generale, dalla funzione di produzione affidata alle strutture tecnico-funzionali. Il Direttore Generale può delegare alcune materie di sua competenza ai direttori/responsabili di struttura, che ne assumono la piena responsabilità, nel rispetto delle normative vigenti e delle direttive impartite.

Il principio della distinzione tra le funzioni di programmazione, controllo, allocazione e committenza e le funzioni di produzione affidata alle strutture tecnico-funzionali richiede un sistema di deleghe che vede, di norma, permanere in capo alla competenza del Direttore Generale l’adozione di tutti gli atti di programmazione aziendale e di alta amministrazione, mentre l’esercizio delle attività per la realizzazione degli obiettivi aziendali programmati può essere delegato ai Direttori di Dipartimento, Unità Operativa Complessa e Unità Operativa Semplice Dipartimentale in ottemperanza alla legislazione vigente.
In applicazione del principio dell’attribuzione di autonomia e responsabilità ai diversi livelli organizzativi il Direttore Generale, con appositi provvedimenti, può delegare le competenze di gestione ai dirigenti dell’azienda. In relazione alle esigenze che, in concreto, si propone di soddisfare, il Direttore Generale attribuisce al singolo dirigente tecnico e amministrativo una delega più o meno ampia per l’adozione dei provvedimenti, anche di spesa, che impegnano l’Istituto verso l’esterno, nei limiti del budget assegnato. La delega è conferita con specifico provvedimento scritto ed è revocabile con atto scritto e motivato.

DOTT.SSA PATRIZIA SIMIONATO

CONTATTI
Ospedale Busonera
via Gattamelata, 64 – 35128 Padova
Segreteria
Dott.ssa Jessica Pardi
Sig.ra Mara Zanon
tel: 049 821 5546
fax: 049 821 5976
direttore@iov.veneto.it

Direttore Scientifico

Ferme restando le disposizioni normative statali e regionali vigenti in materia, il Direttore Scientifico è nominato dal Ministro della Salute sentito il Presidente della Regione. Il Direttore Scientifico promuove e coordina l’attività di ricerca scientifica dell’Istituto in coerenza con il Programma Nazionale di Ricerca e con il programma di ricerca della Regione e le strategie di ricerca dell’Istituto.
Il Direttore Scientifico, la cui attività è di natura esclusiva, presiede il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) ed esprime parere obbligatorio al Direttore Generale sulle determinazioni e le delibere inerenti le attività cliniche e scientifiche e le assunzioni e l’utilizzo del personale medico e sanitario non medico. Esprime inoltre parere preventivo obbligatorio ai fini dell’adozione di atti deliberativi rilevanti per l’attività di ricerca.
Il Direttore Scientifico è il responsabile della promozione e gestione dell’attività di ricerca, in coerenza con quanto previsto dalle normative di riferimento.
Il Direttore Scientifico propone al Consiglio di Indirizzo e Verifica i nominativi dei componenti il Comitato Tecnico Scientifico e si rapporta con il Direttore Generale ai fini dell’integrazione dell’attività scientifica con l’attività assistenziale e di formazione. Propone altresì al Direttore Generale e al Consiglio di Indirizzo e Verifica i nominativi dei componenti del Consiglio Scientifico Internazionale.
Il Direttore Scientifico può designare tra i Direttori di Struttura Complessa, o comunque tra i ricercatori dell’Istituto, l’esercente le funzioni vicarie per gli aspetti gestionali, in caso di sua assenza o impedimento temporaneo; della designazione è data comunicazione al Direttore Generale. Il Direttore Scientifico può altresì individuare, di volta in volta, fra i ricercatori dell’Istituto, il dirigente incaricato di rappresentarlo o sostituirlo nelle sedi opportune per l’espletamento di attività ordinaria correlata con la ricerca e/o la partecipazione a reti collaborative o a organismi scientifici.
Il Direttore Scientifico è responsabile e gestisce il budget della ricerca, concordato annualmente con il Direttore Generale sulla base degli indirizzi del Consiglio di Indirizzo e Verifica, al quale va presentato annualmente anche il piano-programma della ricerca, in ragione del carattere scientifico dell’Istituto stesso, la cui misura, in ogni caso, non può essere inferiore ai finanziamenti destinati all’Istituto per attività di ricerca.

PROF. GIUSEPPE OPOCHER

Ufficio di Direzione

Come momento collegiale di lavoro per il governo complessivo e coordinato dello IOV, attesa la specificità di IRCCS, è istituito l’Ufficio di Direzione, costituito da Direttore Generale, Direttore Sanitario, Direttore Amministrativo e Direttore Scientifico.
L’Ufficio di Direzione è disciplinato dal Regolamento di organizzazione e funzionamento dell’Istituto e si riunisce di norma settimanalmente in seduta deliberazioni.

Consiglio di Indirizzo e Verifica (CIV)

Il Consiglio di Indirizzo e Verifica è composto da cinque membri nominati dal Consiglio Regionale tra soggetti di provata competenza scientifica e onorabilità, rappresentativi dell’intero sistema sanitario regionale e universitario, e dura in carica cinque anni. Il presidente del Consiglio di Indirizzo e Verifica è nominato dal Presidente della Giunta regionale tra i componenti del consiglio stesso.

Il Consiglio svolge funzioni di indirizzo e controllo con particolare riferimento alle scelte strategiche dell’Ente e alla valorizzazione del patrimonio. A questo fine il Consiglio:

  • definisce gli indirizzi strategici dell’Istituto, approva i programmi annuali e pluriennali di attività e ne verifica l’attuazione;
  • esprime parere preventivo obbligatorio al Direttore Generale su:
    • bilancio preventivo e bilancio di esercizio;
    • proposte di modifica degli assetti organizzativi e/o strutturali dell’Istituto;
    • provvedimenti di costituzione o partecipazione a società, consorzi, associazioni ecc.;
    • determinazioni di alienazione del patrimonio;
  • svolge funzioni di verifica sulle attività dell’Istituto e sui risultati raggiunti rispetto agli indirizzi e agli obiettivi predeterminati;
  • nomina i componenti del comitato tecnico-scientifico, su proposta del Direttore Scientifico.

COMPONENTI
dott. Carlo Foresta, Presidente
dott. Maurizio Benato
dott. Valentino Fiscon
dott. Ubaldo Lonardi
dott. Giuliano Sartori

Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale è nominato dal Direttore Generale e dura in carica tre anni. È composto da tre membri di cui uno designato dal Presidente della Giunta regionale, uno dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e uno dal Ministero della Salute.
Ai sensi della normativa vigente, al Collegio Sindacale spettano funzioni di:

  • vigilanza sulla regolarità amministrativa e contabile;
  • vigilanza sulla gestione economica, finanziaria e patrimoniale;
  • esame e valutazione del bilancio di esercizio.

Inoltre i componenti del Collegio Sindacale possono procedere ad atti di ispezione e controllo, anche individualmente.

Collegio di Direzione

Il Collegio di Direzione è nominato dal Direttore Generale e dura in carica per tre anni. Si riunisce di norma almeno bimestralmente e ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità ed è composto come segue:

  • il Direttore Generale, con funzioni di Presidente, o suo delegato;
  • il Direttore Sanitario;
  • il Direttore Amministrativo;
  • il Direttore Scientifico;
  • i Direttori dei Dipartimenti;
  • il Coordinatore della ROV;
  • il Direttore della Direzione delle Professioni Sanitarie.

Come previsto dalla legislazione nazionale, il Collegio di Direzione concorre al governo delle attività cliniche, partecipa alla pianificazione delle attività, incluse la ricerca, la didattica, i programmi di formazione e le soluzioni organizzative per l’attuazione dell’attività libero-professionale intramuraria.
Svolge le attività previste dalla legge e, in particolare, nell’ambito del governo clinico, fornisce supporto alla Direzione Generale, promuovendo e coordinando le azioni finalizzate a migliorare l’efficienza, l’efficacia, l’appropriatezza delle prestazioni sanitarie, ed a garanzia di equità nell’opportunità di accesso. Per l’esercizio di questa funzione il Collegio di Direzione avrà la responsabilità della messa a punto di un sistema consolidato di audit clinico, potrà definire un programma aziendale di gestione del rischio, potrà programmare un’attività di formazione continua, nonché promuovere attività di ricerca, di innovazione e di miglioramento continuo.
È prevista la possibilità di convocare un Collegio di Direzione allargato ai Direttori di struttura non espressamente previsti dalla normativa e, in caso di specifiche situazioni, è possibile coinvolgere altri professionisti dell’Istituto in relazione alle specificità degli argomenti da trattare, in entrambi i casi senza diritto di voto.

Direttore Sanitario

Il Direttore Sanitario, nominato dal Direttore Generale con incarico almeno triennale, coadiuva il Direttore Generale nella definizione delle linee strategiche e delle politiche aziendali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di salute.
Concorre al governo dell’Istituto e al processo di pianificazione e controllo delle attività anche attuando la “clinical governance”, con riferimento sia alla qualità, sia all’efficacia e all’efficienza tecnico-professionale, all’integrazione e al coordinamento delle attività volte ad assicurare la qualità clinica delle prestazioni erogate e il loro costante miglioramento.
È altresì responsabile della direzione igienico-organizzativa della struttura, assicurando il coordinamento dei dipartimenti e delle strutture operative dell’Istituto e promuovendo la valorizzazione delle professioni sanitarie e lo sviluppo della loro autonomia e responsabilizzazione, in coerenza con i principi disposti dalla legge.
Richiamate le funzioni attribuite dalla normativa vigente, il Direttore Sanitario le esercita attraverso il processo di budget, che lo vede direttamente coinvolto e responsabile, a partire dalla definizione delle scelte programmatorie aziendali, alla declinazione degli obiettivi di budget ed alla loro negoziazione con i responsabili delle strutture aziendali, al monitoraggio ed all’eventuale revisione dei predetti budget e del budget generale.
Il Direttore Sanitario è coadiuvato nell’esercizio delle attività proprie dal responsabile del Servizio per le professioni sanitarie nonché dal dirigente medico di presidio ospedaliero.

DOTT.SSA MARIA GIUSEPPINA BONAVINA

CONTATTI
Ospedale Busonera
via Gattamelata, 64 – 35128 Padova
Segreteria
Sig.ra Maria Pia Bellavere
Sig.ra Antonella Frasson
tel: 049 821 5773
fax: 049 821 5790
segreteria.dirsan@iov.veneto.it

Direttore Amministrativo

Il Direttore Amministrativo, nominato dal Direttore Generale con incarico almeno triennale, coadiuva il Direttore Generale nella definizione delle linee strategiche e delle politiche aziendali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di salute.
Concorre al governo dell’Istituto e al processo di pianificazione e controllo strategico; cura la messa a disposizione delle informazioni necessarie alla valutazione di congruenza fra piani di attività e risorse necessarie alla realizzazione degli stessi; formula pareri obbligatori al Direttore Generale sulle materie di propria competenza.
Coadiuva il Direttore Generale nella definizione e direzione del sistema di governo economico-finanziario aziendale, garantendo l’efficace ed efficiente espletamento delle funzioni di supporto tecnico, amministrativo e logistico anche in ottica di prevenzione del rischio amministrativo; garantisce la funzione tecnico-amministrativa complessivamente intesa.
A tal fine supporta tutte le strutture organizzative aziendali, attraverso il coordinamento e l’integrazione delle attività tecnico-amministrative, mettendo a disposizione le informazioni necessarie a valutare la compatibilità e la congruenza tra piani di attività e risorse.
Richiamate le funzioni attribuite dalla normativa vigente , il Direttore Amministrativo le esercita attraverso il processo di budget, che lo vede direttamente coinvolto e responsabile, a partire dalla definizione delle scelte programmatorie aziendali, alla declinazione degli obiettivi di budget ed alla loro negoziazione con i responsabili delle strutture aziendali, al monitoraggio ed all’eventuale revisione dei predetti budget e del budget generale.

DOTT.SSA MARIA OLIVIERA CORDIANO

CONTATTI
Palazzo Santo Stefano
Piazza Antenore, 3 – 35121 Padova
Segreteria
Dott.ssa Jessica Pardi
Sig.ra Mara Zanon
tel: 049 821 5849
fax: 049 821 5790
direzione.amministrativa@iov.veneto.it