Sabato 14 settembre, in occasione della cerimonia di chiusura del Festival verranno consegnati all’Istituto Oncologico Veneto IRCCS una targa e un assegno, frutto della raccolta fondi organizzata dal Pride Village per ricordare Giancarlo Lovisetto, giovane organizzatore e amico del Festival LGBT padovano.

Non solo musica e divertimento, ma anche impegno sociale e solidarietà, caratterizzeranno sabato 14 settembre la serata finale del Padova Pride Village, il più grande festival LGBT d’Italia.

Sul palco del Boulevard si terrà la cerimonia di consegna del “Premio Gianchi”, riconoscimento dedicato a Giancarlo Lovisetto, giovane organizzatore e amico del Festival LGBT padovano, venuto a mancare quattro anni fa.

Con questa iniziativa, il Pride Village, a partire dalla propria XI edizione, ha voluto dare un riconoscimento e aiutare gli enti e le associazioni che si occupano e lavorano nel sociale portando avanti la memoria di Giancarlo attraverso iniziative di solidarietà. Quest’anno a ricevere il premio sarà l’Istituto Oncologico Veneto – IOV IRCCS di Padova, il primo istituto veneto, ormai di rilievo internazionale, specificatamente creato e destinato alla prevenzione, diagnosi e cura dei tumori ed alla ricerca sul cancro.

«Abbiamo voluto assegnare quest’anno il nostro premio allo IOV per contribuire alle straordinarie attività di questo centro di eccellenza, riconosciuto a livello internazionale, che lavora senza sosta nella prevenzione, diagnosi e cura dei tumori e nella ricerca sul cancro – dichiara Alessandro Zan, fondatore del Padova Pride Village – Questo riconoscimento, che si traduce in una donazione per la ricerca in oncologia, è dedicato a un ragazzo come noi che frequentava il Pride Village e che è mancato quattro anni fa e da tutti era amato e conosciuto con il soprannome di ‘Gianchi’. Il Padova Pride Village è da sempre un luogo di impegno per i diritti civili, ma anche di impegno sociale: per questo desideriamo contribuire con una somma destinata alla ricerca scientifica dello IOV, affinché i tumori e i loro meccanismi proliferativi siano sempre più conosciuti e affrontati in modo corretto e innovativo. La generosità del pubblico del Festival conferma la nostra volontà di portare avanti questo premio negli anni a venire”.

Per informazioni
www.padovapridevillage.it