“L’Istituto Oncologico Veneto è quarto fra gli istituti di ricerca italiani nella classifica stilata dall’istituto internazionale Scimago che tiene conto delle pubblicazioni, ma anche dei brevetti e le citazioni sui brevetti, oltre che l’indicizzazione sul web e in particolare sui social”: lo riporta IL MATTINO DI PADOVA in un articolo uscito con il titolo LO IOV SEMPRE PIU’ SOCIAL PER PROMUOVERE LA RICERCA.

L’articolo del quotidiano ha riportato un ranking dell’istituto americano Scimago che analizza 5147 centri di ricerca mondiali (il link: http://www.scimagoir.com/rankings.php?sector=Health&country=ITA) all’interno del quale si evidenzia l’ottimo posizionamento dello IOV tra i centri di cura italiani.

Commentando questi dati, il direttore scientifico dell’Istituto Oncologico Veneto, professor Giuseppe Opocher, ha dichiarato al Mattino: «Tenendo conto dei diversi indici su cui si basa la classifica, essere quarti in Italia e centesimi nel mondo è un grande risultato. In questo ranking non sono riportati, infatti, solo il numero di pubblicazioni dell’Istituto, ma anche dei brevetti e delle citazioni sui brevetti oltre che dei prodotti di eccellenza. L’aspetto nuovo che viene qui registrato è anche l’indicizzazione nel web, in particolare nei social”.

Il quotidiano conclude il suo articolo con questa sottolineatura del direttore scientifico: “La sfida del 2017 è proprio quella di cercare di far avvicinare sempre più la ricerca oncologica alle persone “normali”, portarla fuori dagli ospedali, nella vita di tutti i giorni”. Per questo “stiamo lavorando molto sul piano della comunicazione. La divulgazione è un obiettivo importante che deve accompagnare la ricerca scientifica. E una questione di conoscibilità e riconoscibilità. Il nostro lavoro non deve esaurirsi nei laboratori o nei reparti. C’è sempre più la necessità che sull’oncologia vi sia una “saggezza condivisa”: quello oncologico è un problema sociale e deve essere presente nel grande pubblico».

Nel ranking Scimago citato da Il Mattino, prima dello IOV si sono classificati il San Raffaele, l’Istituto Europeo Oncologico e l’Istituto Tumori di Milano. Per quanto riguarda il Nord-Est italiano, l’Istituto Oncologico Veneto si conferma il centro di riferimento per le cure oncologiche.