Con l’obiettivo di parlare ai bambini delle elementari del territorio regionale della propria salute e di come tutelarla con la Dieta Mediterranea, è stata lanciata oggi un’iniziativa voluta da Coldiretti Veneto e patrocinata dalla Società Italiana per la Prevenzione Vascolare e dalla Fondazione Dieta Mediterranea. Per presentarla si sono riuniti a Mestre – presso la sede dell’Università Cà Foscari – circa 300 persone, in gran parte esponenti del mondo dell’agricoltura e dell’educazione invitati dai movimenti Giovani e Donne Impresa con Federpensionati.

Sull’importanza di offrire i principi della corretta alimentazione a cominciare dai più piccoli hanno convenuto i relatori intervenuti: Stefania Maggi (presidente della Fondazione Dieta Mediterranea e dirigente del Consiglio Nazionale delle Ricerche-CNR) e Roberto Volpe (medico ricercatore dello stesso ente). Tra gli interventi principali anche quello di Maria Teresa Nardi (Responsabile del servizio di dietetica e nutrizione clinica, IOV-IRCCS) che ha offerto una panoramica degli stili di vita e delle norme alimentari che (coerentemente con i 12 punti del Codice Europeo contro il Cancro) sono in grado di fornire gli elementi di prevenzione primaria contro le neoplasie.

Durante l’evento gli altri relatori, ognuno nel suo, hanno approfondito il tema della salute sotto vari aspetti: quello delle mode, dei falsi miti, delle nuove malattie, dell’importanza dell’attività fisica. Ora le attività di Coldiretti Veneto saranno diffuse sul territorio e nelle scuole, con la speranza e con l’obiettivo dichiarato dai promotori dell’iniziativa, che “dopo l’educazione civica, anche quella alimentare possa rientrare nell’orario scolastico”.